Asma e gravidanza

La respirazione del feto durante la vita intrauterina dipende da quella materna. Ogni evento che impedisce alla madre di respirare correttamente (con effetti sull’ossigenazione del sangue) può incidere sull’apporto di ossigeno fetale, con conseguenze anche gravi per la sua crescita, per la salute della madre e per la gravidanza.

È quindi molto importante che una donna asmatica, in gravidanza, eviti la sospensione della terapia regolare e che insieme al medico scelga la minima terapia in grado di mantenere il controllo della malattia. I farmaci dell’asma, è stato documentato, non hanno effetti avversi sulla madre o sul feto.