Che cosa causa l’asma

L’asma si verifica quando un soggetto predisposto a sviluppare la malattia viene in contatto con fattori irritanti o con le sostanze a cui è divenuto allergico.

I fattori che predispongono l’individuo all’asma sono la predisposizione genetica (che spiega la maggior frequenza di asma in caso di familiarità per la malattia), la presenza di allergie, il sesso femminile, l’etnia e l’obesità. Essere a rischio per lo sviluppo della malattia non significa che questa comparirà veramente nel corso della vita: se un soggetto predisposto vivesse in un ambiente “senza rischi” potrebbe anzi non manifestarla mai. Da qui l’importanza di norme igieniche adeguate e stili di vita corretti, soprattutto durante l’infanzia, ad per esempio il minimo contatto con inquinanti ambientali, con fumo attivo e passivo o con allergeni.

Contrariamente a quanto si pensa l’asma non colpisce solo bambini o adolescenti, sono di sempre più frequente diagnosi i casi di asma in età adulta e nell’anziano.

I fattori ambientali che possono causare allergie o iperreattività bronchiale sono allergeni, inquinanti professionali, fumo di tabacco, inquinamento ambientale, infezioni delle vie aeree. Gli stessi fattori, se inalati in dosi significative, possono causare un attacco d’asma.