Il controllo della malattia

Non sempre è semplice valutare se e quanto l’asma incida sulla vita quotidiana: in alcuni casi, specie per le persone con una malattia “di vecchia data” è più semplice abituarsi ai sintomi, cercando di tollerare alcuni disturbi, o di evitare alcune attività fisiche o eventi che scatenino l’attacco.

Per questo negli ultimi anni i medici sono d’accordo nel proporre come obiettivo della terapia non solo la normalizzazione della spirometria o l’assenza di eventi gravi, ma il “controllo” anche di altri aspetti talvolta giudicati minori e proporre al paziente con asma una vita il più possibile normale. E’ documentato infatti che solo ottenendo un buon controllo della malattia si può abbattere il rischio di riacutizzazioni, di eventi avversi legati all’uso inadeguato di farmaci, l’accesso “urgente” dal medico, l’uso di farmaci “di emergenza”, veri momenti “rischiosi” nella storia dell’asma.

Il controllo della malattia può essere stimato in maniera accurata mediante strumenti usati in genere dallo specialista (tab 1) oppure mediante questionari, usati più spesso dal medico di medicina generale. Se l’asma non è in controllo ottimale in genere ci sono dei motivi che possono sfuggire ad un primo giudizio: comorbilità, abitudini di vita che incidano sull’andamento della malattia o sulla risposta ai farmaci, la non corretta o non continuativa adesione alla terapia.

Riconoscere il non completo controllo della malattia è invece il primo passo per adeguare il trattamento, limitare l’impatto che lo scarso controllo dei sintomi può avere sulla vita quotidiana e ridurre al minimo i rischi connessi al non controllo della malattia.

LIVELLI DI CONTROLLO DELL’ASMA

 

CARATTERISTICHE

CONTROLLATO

PARZIALMENTE CONTROLLATO

NON CONTROLLATO

Sintomi giornalieri

Nessuno (<2/settimana)

>2/settimana

3 o più aspetti presenti nell’asma parzialmente controllato

Limitazione delle attività

Nessuna

Qualche

Sintomi notturni/risvegli

Nessuno

Qualche

Necessità di farmaco al bisogno

Nessuna
(<2/settimana)

>2/settimana

Funzione polmonare (PEF/ FEV1)

Normale

<80% del “personal best"

Riacutizzazioni

Nessuna

  1 in qualsiasi settimana

Tabella 1: i tre livelli di controllo dell’asma secondo Linee Guida GINA